Cutman – Cosa significa essere Cutman

Cutman Catizone Donato nicolo 4

Chi è il Cutman?

Il Cutman è la figura professionale, specializzata negli sport da combattimento, che affianca gli atleti professionisti per prevenire, affrontare e risolvere i vari traumi come ematomi, sanguinamenti, epistassi che si possono presentare durante un match.
 
Il Cut-man agisce con particolari strumenti regolamentari a disposizione e in un tempo molto ridotto cioè i 45 secondi che intercedono tra un round e un altro perseguendo l’obbiettivo “one more Round” cioè cercando di aiutare il proprio fighter in caso di problemi permettendogli di combattere nel miglior stato possibile, fino al termine del match senza che ci sia uno stop da parte dell’arbitro.
 
Molti incontri ancora oggi purtroppo si vedono sospesi per ferita.
 
Inoltre il Cutman ha  la competenza e l’abilità nel realizzare bendaggi professionali in tutti gli sport da combattimento.
Il bendaggio professionale ha una funzione molto importante, proteggere le articolazioni della mano dell’atleta da traumi e fratture. 
 
Questi bendaggi, vengono realizzati sempre prima del match. Buona pratica per un professionista se possibile è farli anche prima dello sparring in palestra.
 
 
 
Cutman Catizone Donato nicolo 3
Donato Nicolò Cutman e il Pugile professionista Domenico Mirko valentino
 

Come si diventa Cutman?

Per diventare Cutman, oltre ad una buona formazione teorica/pratica frequentando dei corsi specifici sulla traumatologia e bendaggi per tutti gli sport da combattimento, bisogna possedere anche una certa attitudine caratteriale, predisposta a lavorare in situazioni di emergenza.

Ci sono vari percorsi formativi sia federali che privati.

Ci sono corsi organizzati dalla Federazione Pugilistica Italiana ai quali possono partecipare solo il personale sanitario, dopo aver presentato un curriculum professionale e sportivo.
Questa tipologia di corso si svolge in due giornate, con un esame teorico\pratico finale.

Poi ci sono i corsi privati effettuati dai vari Team di Cutman.

Il Cut-man deve conoscere e rispettare tutte le regole internazionali in vigore.

Quali sono gli strumenti base di un Cutman?

Gli strumenti base di un Cutman da portare in valigetta sono:

  • Guanti monouso
  • Garze
  • Nastro “tape”
  • Prodotti emostatici
  • Borsa del ghiaccio
  • EN-SWELL (Attrezzo)
  • Qtips (bastoncini tipo tamponi)
  • Vaselina

 

Attrezzatura per cutman
Attrezzatura per cutman.

Quanto è impegnativo essere Cutman?

Il Cut-man fatto come professione è sicuramente molto impegnativo ma da grandi soddisfazioni.
Questa figura non è ancora ben compresa e riconosciuta come dovrebbe qui in Italia, ma negli ultimi anni si sono fatti grandi passi avanti, se pensiamo al solo asciugamano tattico all’angolo.

Quanto guadagna un Cutman?

Il Cutman guadagna in base all’accordo privato stipulato con l’atleta o con il procuratore. Il guadagno di un Cut-man è variabile in base a quanti atleti vengono seguiti e in base a quanti match vengono effettuati.


Scopriamo di più su questa figura professionale assieme a Nicolò Donato, Cutman certificato del team Catizone

Ho iniziato a fare il Cutman spinto da una forte passione per il pugilato, una passione che è cominciata da ragazzo quando praticavo questo sport a livello agonistico nella mia città di origine , Marcianise. Purtroppo per diversi motivi ho dovuto abbandonare questo sport anche se dentro di me rimaneva questa grande passione.

Per motivi lavorativi mi sono trasferito a Reggio Emilia, e dopo diversi anni mi sono riavvicinato al pugilato come pugile amatore.
Frequentando la palestra e osservando i ragazzi che si allenavano mi chiesi se potessi fare qualcosa per questo sport che tanto mi ha dato e insegnato da ragazzo.

Mi sono così messo alla ricerca su internet e mi saltarono all’occhio degli articoli interessanti che parlavano di questa figura, “il Cut-man”; ho cominciato ad approfondire la cosa e cercare di trovare il modo di intraprendere questo percorso.

Essendo infermiere, questo genere di “interventi” già un po’ mi appartenevano quindi presi coraggio e parlando con il tecnico, ed ora amico Michael Galli, di questo mio desiderio si presentò l’occasione di fare un corso come Cut-man con la F.P.I. rivolto solo a medici ed infermieri.

Con questo corso ho avuto la possibilità di seguire i suoi ragazzi (pugili) durante gli allenamenti e gli incontri.

Dentro di me c’era ancora la voglia di imparare a conoscere questo mondo, e questo mi portò a continuare a cercare.

Mi si presentò un’altra grande opportunità, partecipare ai corsi di Federico Catizone presidente della International Cutman Association dove ho potuto interfacciarmi con un team di specialisti dove ci su supporta e ci si consiglia tra loro.

I corsi  di Catizone si sviluppano su tre livelli:

  • Primo livello base
  • Secondo livello di perfezionamento
  • Terzo livello, corsi teorico\pratico giornalieri sui bendaggi e traumatologia.


Il mio è un percorso è ancora lungo e so di dovermi impegnare per dare il massimo.

Per poter assistere al meglio i pugili e gli atleti di sport da combattimento.

E questo mi rende molto felice e mi completa come infermiere, Cutman e persona.

Riallacciandomi alla mia storia personale ci terrei a menzionare anche Mattia De Bianchi dove, dopo aver conquistato la sua fiducia, mi ha permesso di far parte ufficialmente del suo Team (SPARTA TEAM) di cui ne vado molto fiero e mi permette di crescere anche a livello di esperienza pratica.

Cutman Catizone Donato nicolò (2)
Cutman Donato nicolò e il pugile professionista Mattia de Bianchi

 


Cutman Catizone Donato nicolò

Segui Donato Nicolò
su Instagram
 

 

tasto instagramtasto youtube

Non perdere il meglio
Clicca e scopri la Community.

 





 

 

error: Pugile da tastiera ha schivato un gancio destro.